Visto dell'India - Aggiornamenti di Coronavirus

13 marzo 2020 - Avviso: restrizioni di viaggio e di visto relative a COVID-19

In soppressione di tutti i precedenti avvisi emessi su questo argomento, le seguenti restrizioni sui visti sono emesse per l'implementazione.

  1. Tutti i visti esistenti rilasciati a cittadini di qualsiasi paese ad eccezione di quelli rilasciati a diplomatici, funzionari, organizzazioni ONU / internazionali, occupazione, visti di progetto sono sospesi fino al 15 aprile 2020. Ciò entrerà in vigore dal 1200 GMT del 13 marzo 2020 al porto di partenza di qualsiasi straniero per il proseguimento del viaggio in India.
  2. I visti di tutti gli stranieri già in India rimangono validi. Possono contattare il FRRO / FRO più vicino tramite il modulo e-FRRO per l'estensione / la conversione del loro visto o la concessione di qualsiasi servizio consolare se decidono di farlo.
  3. La struttura di viaggio senza visto concessa ai titolari di carta OCI sarà tenuta in sospeso fino al 15 aprile 2020. Ciò entrerà in vigore a partire dal 1200 GMT del 13 marzo 2020 nel porto di partenza di qualsiasi straniero per il proseguimento del viaggio in India.
  4. Qualsiasi cittadino straniero che intende recarsi in India per motivi convincenti può contattare la Missione indiana più vicina per ottenere un nuovo visto.
  5. Tutti i viaggiatori in arrivo, compresi i cittadini indiani che arrivano da qualsiasi destinazione e hanno visitato Cina, Italia, Iran, Repubblica di Corea, Francia, Spagna e Germania il 15 febbraio 2020 o successivamente, devono essere messi in quarantena per un periodo minimo di 14 giorni. Ciò entrerà in vigore dal 1200 GMT del 13 marzo 2020 nel porto di partenza di tali viaggiatori.
  6. Il traffico internazionale attraverso i confini terrestri sarà limitato ai posti di controllo dell'immigrazione designati con solide strutture di screening medico. Questi saranno comunicati separatamente dal Ministero degli Affari interni.
  7. Si consiglia ai cittadini indiani attualmente all'estero di evitare viaggi non essenziali. Sono informati che possono essere messi in quarantena per un periodo minimo di 14 giorni al loro arrivo in India.
  8. Si consiglia vivamente a tutti i cittadini indiani di evitare tutti i viaggi non essenziali all'estero. Al loro ritorno possono essere sottoposti a quarantena per un periodo minimo di 14 giorni.

Aggiornamento - 9 marzo 2020

Avvertenza: limitazioni di viaggio e visto identificate con COVID-19

Tutti i normali visti (adesivo) / visto elettronico (contando VoA per Giappone e Corea del Sud) concessi a cittadini di Italia, Iran, Corea del Sud, Giappone e rilasciati al più tardi il 03.03.2020 e che non sono ancora entrati in India, restano sospesi . Tali cittadini remoti non possono entrare in India da nessun punto di controllo sull'immigrazione aerea, terrestre o marittima. Coloro che richiedono di recarsi in India per motivi convincenti, possono cercare un nuovo visto presso l'ambasciata / il consolato indiano più vicino

Il visto (adesivo) consuetudinario / visto elettronico concesso ai cittadini della Repubblica popolare cinese, rilasciato al più tardi il 05.02.2020, è stato sospeso prima. Rimarrà al potere. Tali cittadini cinesi non possono entrare in India da nessun punto di controllo dell'immigrazione aerea, terrestre o marittima. Coloro che prevedono di avventurarsi in India a condizioni convincenti possono richiedere un visto cartaceo all'ambasciata / consolato indiano più vicino.

Visti (e-visti) ordinari concessi a tutti i singoli cittadini remoti che si sono recati nella Repubblica Popolare Cinese, in Iran, Italia, Corea del Sud e Giappone a partire dal 01.02.2020 e che non sono ancora entrati in India sono sospesi. Tali cittadini esterni non possono entrare in India da nessun punto di controllo dell'immigrazione aerea, terrestre o marittima. Coloro che richiedono di avventurarsi in India in condizioni convincenti possono richiedere un nuovo visto all'ambasciata / consolato indiano più vicino.

Rappresentanti, autorità delle Nazioni Unite e altri organismi internazionali, titolari di carta Overseas Citizens of India (OCI) e membri dell'equipaggio aereo delle nazioni sopra elencate sono esclusi da tale limitazione al passaggio. Comunque sia, il loro screening clinico è obbligatorio.

Tutti i cittadini remoti e indiani che entrano in India da qualsiasi porto sono tenuti ad attrezzare una struttura di autoaffermazione adeguatamente riempita (contando i singoli punti di interesse, ad esempio il numero di telefono, inoltre l'indirizzo in India) e la storia dei viaggi, alle autorità sanitarie e alle autorità per l'immigrazione di tutti i porti .

I viaggiatori (remoti e indiani) diversi da quelli confinati, che si presentano in modo diretto o tramite collegamenti da Cina, Corea del Sud, Giappone, Iran, Italia, Hong Kong, Macao, Vietnam, Malesia, Indonesia, Nepal, Tailandia, Singapore e Taiwan devono sperimentare proiezione al porto di passaggio in India.


Aggiornamento - 4 marzo 2020

Consulenza di viaggio del Ministero della salute dell'India

  1. Tutti i visti regolari e il visto elettronico (incluso il visto all'arrivo per Giappone e Corea del Sud) concessi a cittadini di Italia, Iran, Corea del Sud, Giappone e rilasciati il ​​3 marzo o prima e che non sono ancora entrati in India, sono sospesi con effetto immediato .
  2. Il visto regolare e il visto elettronico concessi a tutti i cittadini stranieri che hanno viaggiato verso la Repubblica popolare cinese, l'Iran, l'Italia, la Corea del Sud e il Giappone il 1 ° febbraio o dopo tale data, e che non sono ancora entrati in India, sono sospesi con effetto immeidato.

Statistiche - L'India ha un totale di 6 casi positivi, di cui 3 sono già guariti.

Nel frattempo il Primo Ministro indiano Narendra Modi ha esortato a non farsi prendere dal panico e c'è stata una revisione approfondita per la preparazione al Coronavirus.
Coriavirus Update Primo Ministro Modi
https://twitter.com/narendramodi/status/1234762637361086465


Aggiornamento - 27 febbraio 2020

Il coronavirus è gestibile. Si sta ancora diffondendo fuori dalla Cina. I titolari di visto turistico India e titolari di visto Business India sono sicuri di viaggiare nel paese. L'aggiornamento del 26 febbraio 2020 dell'Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato l'India un paese sicuro in cui viaggiare. Se hai visitato la Cina di recente, è possibile che ti venga chiesto durante la procedura di richiesta di visto indiano online (eVisa India).


Aggiornamento - 14 febbraio 2020

Aggiornamento di Coronavirus

Al fine di proteggere l'India da qualsiasi impatto sui turisti o sulla popolazione locale, il governo indiano ha annunciato cancellazione di Indian Visa Online (eVisa India) per i visitatori cinesi. Esistono 24 paesi al di fuori della Cina che hanno registrato casi di Coronavirus.

C'erano solo tre casi di coronavirus di passeggeri indiani provenienti dallo stato meridionale del Kerala. Il governo indiano ha adottato misure rigorose, limitandole alla nave da crociera Diamond Princess. Tutti e tre si sono ripresi e sono stati messi in quarantena per 14 giorni a casa.

Il governo indiano ha adottato misure proattive per evacuare oltre 600 indiani che vivono nell'epicentro del Coronavirus, Wuhan - Cina. Le loro condizioni vengono monitorate su base giornaliera e quei 600 e più residenti in India dalla Cina sono in quarantena presso il centro di servizi medici delle forze armate indiane.

Il governo indiano ha adottato misure proattive in tutti gli aeroporti per la quarantena per tutti i viaggiatori che manifestano sintomi di influenza.

Strutture di test di laboratorio per Coronavirus in India e China Bound Travel Advisory

Il Consiglio indiano per la ricerca medica ha istituito strutture per testare il coronavirus in tutto il paese. Si consiglia inoltre ai turisti di non visitare la Cina per prevenire la diffusione della malattia. Non esiste praticamente alcun coronavirus in India.

I visitatori dalla Cina all'India NON sono ammessi e anche se quei passeggeri hanno richiesto un visto cartaceo fisico in India o eVisa India (visto elettronico indiano online), è stato sospeso e cancellato per i residenti in Cina.

Visto indiano, nessun coronavirus in India

I visitatori accorrono in India per la sua sicurezza rispetto ad altre destinazioni turistiche come Australia, Indonesia, Tailandia, Vietnam e Giappone che hanno casi attivi e in aumento di coronavirus. A causa della sua sicurezza, delle misure ben adottate, del coinvolgimento attivo del governo e della cooperazione di aeroporti e enti turistici, in India non vi sono casi di coronavirus. L'India è il paese più preparato e pronto per affrontare qualsiasi epidemia di coronavirus. I turisti sono più sicuri in India in questa stagione turistica.

Vorremmo darvi il benvenuto in India e per ulteriori chiarimenti contattare il nostro Help desk Visa India.

È possibile verificare l'idoneità a presentare domanda su questo sito Web, i cittadini di oltre 180 paesi possono richiedere Modulo di domanda di visto indiano on-line.


Assicurarsi di aver verificato il idoneità per la tua India eVisa.

Cittadini degli Stati Uniti, Cittadini del Regno Unito, Cittadini canadesi e cittadini francesi può fare domanda online per India eVisa.

Si prega di richiedere un visto per l'India 4-7 giorni prima del volo.